Salta al contenuto principale
x

Storia

storia

Assocompositi è stata costituita il 2 dicembre 2004 nel corso della prima Assemblea dei Soci tenutasi presso il Politecnico di Milano. Nel 2015 l'Associazione ha ottentuo il riconoscimento giuridico.

2005

Assocompositi si compone di 21 Soci industriali e, strutturandosi in gruppi di lavoro,  inizia a promuovere le proprie attività e iniziative didattiche partecipando a due importanti convegni sulle nanotecnologie e sulla nautica. Assocompositi entra a far parte di EuCIA, l’associazione europea dei materiali compositi. A marzo inizia inoltre la pubblicazione della rivista Compositi Magazine, organo ufficiale dell’Associazione. Il Prof. Roberto Frassine del Politecnico di Milano è nominato Presidente per il triennio 2005-2007.

2006

Assocompositi si compone di 35 Soci industriali e inizia un’importante ristrutturazione interna che porterà alla fine dell’anno alla riorganizzazione della Segreteria e dell’ufficio stampa. La sede operativa è stabilmente situata presso il Politecnico di Milano. Assocompositi riscuote anche grande successo e visibilità grazie alle attività e ai seminari tecnici programmati al Seatec 2006 e al corso di formazione sui materiali compositi organizzato a Ischia. Oltre alla realizzazione di un DVD sulla tecnologia dell’infusione, viene anche avviata la pubblicazione della newsletter mensile dedicata al mondo dei compositi (attualmente inviata a più di 5000 contatti).

2007

Assocompositi si compone di 41 Soci industriali e avvia con ottimi risultati un’intensa attività fieristica e convegnistica in Italia e all’estero. L’Associazione concede il patrocinio anche alla prima Scuola estiva sui materiali compositi e realizza uno studio sul mercato dei compositi in Italia. Assocompositi amplia e potenzia la propria offerta di servizi tecnici, scientifici e istituzionali ai Soci attraverso l’avvio nel mese di giugno di una partnership con Federazione Gomma Plastica, presso cui avviene anche il trasferimento della sede legale dell’Associazione.

2008

Assocompositi raggiunge all’inizio dell’anno la quota di 50 Soci industriali e avvia una nuova strategia fieristica per favorire la partecipazione degli associati ad eventi e fiere nazionali e internazionali. Assocompositi aderisce anche all’Associazione europea dei materiali, FEMs, in qualità di rappresentante del settore dei compositi per l’Italia e continua a perseguire il proprio impegno divulgativo sulle applicazioni innovative dei materiali compositi attraverso seminari, convegni. Assocompositi infine pubblica il primo Quaderno Tecnico dedicato al settore delle costruzioni nel quale, in collaborazione con il Politecnico di Milano, si presenta il CO-KIT, un set per il controllo dei materiali prodotti in cantiere. Nel corso dell’Assemblea Straordinaria dei Soci, il Prof. Roberto Frassine è riconfermato Presidente per il biennio 2009-2010.

2009

Assocompositi entra a far parte di Federazione Gomma Plastica insieme a Unionplast e Assogomma. La segreteria operativa di Assocompositi si trasferisce presso la sede della Federazione, a Milano in Via San Vittore. Assocompositi prende parte a tutti i più importanti eventi nazionali dedicati al mondo dei compositi, tra cui spicca l’organizzazione di un convegno internazionale nell’ambito di PLAST09 e del Convegno Internazionale ETDCM9.

2010

Assocompositi prosegue con la sua partecipazione ai maggiori eventi fieristici dedicati ai compositi e pubblica il suo secondo Quaderno Tecnico dedicato alle giunzioni di tubazioni in vetroresina. Il documento dà avvio a un’attività normativa sul tema portata avanti con UNIPLAST.

2011

Assocompositi organizza numerosi eventi tra cui il suo 1° Convegno Nazionale a Milano (che registra oltre 200 presenze) e un importante workshop a Roma dedicato alla costruzione di una pala eolica in compositi. A fine anno, a seguito della decisione presa dall'Assemblea Straordinaria dei Soci, Assocompositi termina la sua collaborazione con Federazione Gomma Plastica e la sua sede torna nuovamente presso il Politecnico di Milano.

2012

Assocompositi incrementa di ben 15 Soci la propria base associativa e rinnova l'organizzazzione del suo Convegno Nazionale con la seconda edizione tenutasi a Torino. Prosegue inoltre con successo l'attivazione di Tavoli di lavoro in collaborazione con UNIPLAST e con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per la normazione del riciclo dei compositi e dell'utilizzo di FRP e FRCM per il settore costruzioni. L'Associazione organizza anche la seconda edizione del Workshop Compomat Wind a Eolica 2012.

2013

Assocompositi raggiunge i 55 Soci e prosegue con successo con l'organizzazione delle aree collettive italiane a JEC Europe e Composites Europe. Il 2° Convegno nazionale viene organizzato presso il castello del Valentino di Torino. Il Tavolo di Lavoro sugli FRP conclude le attitivà con la Stesura di Linee Guida Ministeriali. In collaborazione con CSI, viene lanciato il primo marchio italiano per la certificazione della riciclabilità degli FRP. A fine novembre, il Presidente Roberto Frassine, è eletto Presidente ad interim di EuCIA.

2014

Assocompositi raggiunge i 60 Soci e riattiva l'organizzazione della Scuola estiva compositi che, nell'edizione 2014 a Lecce, riscuote un ottimo successo. Vengono attivate nuove partnership per la formazione degli operatori del settore compositi con diverse società (Quanta, Composite Solutions). Proseguono anche le collaborazioni con le fiere per le aree collettive italiane a JEC Europe e Composites Europe.

2015

Assocompositi ha chiuso il 2015 con un bilancio molto positivo sia dal punto di vista economico che della tenuta della base associativa. Tra i risulttati più importanti figura sicuramente il riconoscimento giuridico. Dal punto di vista degli eventi, Assocompositi ha organizzato a Milano il suo 4° Convegno nazionale e ha rinnovato la partecipazione con collettive italiane sia a JEC che a Composites Europe.Assocompositi è stata inoltre coinvolta da EuCIA come partner del progetto europeo per lo sviluppo dell’EcoCalculator, uno strumento di calcolo LCA dei materiali compositi che verrà reso disponibile entro la metà del prossimo anno. 

2016

Il 2016 si chiude con un bilancio molto positivo sia dal punto di vista delle numerose attività tecnico-scientifiche, convegnistiche e fieristiche portate a termine, sia in termini di nuovi associati, con un aumento significativo della base associativa (ben 9 nuove aziende) che ci hanno permesso di raggiungere lo storico traguardo di 65 Soci industriali.